Etichette settore agroalimentare

La produzione delle etichette per il settore agroalimentare è fornita su una gamma di supporti estesa; dalla carta alimentare alle carte adesive anche in pvc, con mezzo taglio in volta, ai cartellini espositori da vetrina alle classiche etichette alimentari da applicare alla confezione del prodotto o ai contenitori del prodotto stesso (vasetti, vaschetta quarta gamma, bottiglie e bottigliette) e vengono stampate sia con tecniche tradizionali (rotative, serigrafia, stampa a caldo) che digitali anche in alta qualità. Possono essere fornite in fogli, in rotolo anche per applicazione automatica, pretagliate in pacchetti, quindi non esitate a richiedere la fornitura che meglio soddisfa le vostre necessità.
Le etichette autoadesive sono portatrici di informazioni indispensabili per il consumatore finale e per l’intera filiera produttiva.
Ciò è particolarmente importante nel settore agroalimentare, nel quale la rintracciabilità dei prodotti, non è solo un requisito richiesto dalla legge, ma è anche un formidabile strumento di marketing e di fidelizzazione della clientela.
Per legge le informazioni che devono comparire sull'etichetta alimentare sono: • Nome del prodotto • Elenco degli ingredienti • Quantitativo (peso netto/peso sgocciolato) • Termini di scadenza • Azienda produttrice • Lotto di appartenenza • Modalità di conservazione e eventuale termine di utilizzo.
Sempre maggiore importanza è attribuita alla tracciabilità e alla sicurezza alimentare che devono comparire sull'etichetta: nel settore ortofrutticolo è entrata in vigore a partire dal 15/02/2003 un decreto legislativo (Dlgs/306/02) che dispone l'applicazione di una "carta d'identità" da applicare alla frutta e alla verdura. Si tratta di cartellini da esporre sulla merce in vendita i quali devono riportare: natura del prodotto, sua origine, varietà, categoria.
Altro elemento interessante è il codice a barre (composto da un insieme di barre, lineette nere) attraverso il quale si risale alla provenienza nazionale: 80 Italia, 30 Francia, 57 Danimarca, 73 Svezia, 400 Germania, 76 Svizzera, 45/49 Giappone, 87 Olanda, 90 Norvegia.

 

cartellini vasetti miele   cartellini bottiglie vino
Cartellini intagliati laser per vasetti e bottiglie

etichette rotolo alta qualità  stampa digitale etichette rotolo  etichette bottiglie olio

Etichette stampate in digitale in alta qualità in rotolo

rotolo etichette stampa digitalestampa digitale rotolo etichette alimentari  bottigli etichette alta qualità 

Etichette per bottigle vino, vasetti per conserva e marmellata,bottiglie di olio, sacchetti alimentari

etichette bottiglie in rotolo  enologia etichetta bottiglie

   Puoi chiedere un preventivo di stampa etichette per prodotti agroalimentari qui provvederemo a contattarti il prima possibile.


Informazioni sull'ETICHETTA


L'etichetta nutrizionale è una dichiarazione riportata sull'etichetta di un prodotto alimentare relativa al suo valore energetico e al suo contenuto in proteine, grassi, carboidrati, fibre alimentari, sodio, vitamine e sali minerali.

L’Unione europea (UE) con il Regolamento UE 1169/2011 fissa norme relative all’etichettatura dei prodotti alimentari per aiutare i consumatori europei a effettuare nei loro acquisti una scelta consapevole. Lo scopo di queste norme è di garantire che il consumatore disponga di informazioni complete sui prodotti alimentari che acquista. Oltre alle informazioni previste per legge, i produttori sono liberi di fornire qualsiasi altra informazione, purché sia accurata e non induca in errore il consumatore. Vi sono norme relative all’etichettatura comuni a tutti i prodotti alimentari e altre norme specifiche per quanto riguarda le carni, le bevande alcoliche e gli alimenti deperibili.

Di seguito alcune indicazioni sulle informazioni che devono comparire sulle ETICHETTE:

Quantità:
Indica la quantità netta di prodotto, misurata in volume per i liquidi (p. es. litro, centilitro) e in massa per gli altri prodotti

Denominazione del prodotto:
Deve comprendere informazioni relative alle condizioni fisiche del prodotto alimentare o al trattamento specifico che ha subito (prodotto in polvere, congelato, concentrato, affumicato, ecc.). Se il prodotto ha subito un trattamento ionizzante, occorre indicarlo

Elenco degli ingredienti:
Tutti gli ingredienti devono essere elencati in ordine decrescente di peso (fanno eccezione i preparati a base di frutta o verdura mista), compresi quelli che possono provocare reazioni allergiche (p. es. noccioline, latte, uova, pesce).
Per quanto riguarda gli ingredienti descritti con la denominazione del prodotto (p. es. “minestra di pomodoro”), con immagini o con parole (p. es. “con fragole”), o che sono essenziali per carat-terizzare un prodotto alimentare (p. es. % di carne presente nel “Chili con carne”), occorre indicarne anche la percentuale.

Durata/Scadenza:
Le date che corrispondono alle indicazioni “da consumarsi entro” e “da consumarsi preferibilmente entro” indicano per quanto tempo l’alimento rimane fresco e può essere consumato senza alcun rischio.
• “Da consumarsi entro” Viene utilizzato per alimenti che si degradano facilmente (p. es. carni, uova, latticini). Tutti i prodotti freschi confezionati hanno una data di scadenza preceduta dalla dicitura “da consumarsi entro”. Dopo la data indicata i prodotti non devono essere consumati poiché possono causare intossicazioni alimentari.
• “Da consumarsi preferibilmente entro” Si usa per gli alimenti che possono essere conservati più a lungo (p. es. cereali, riso, spezie). Non è pericoloso consumare un prodotto dopo la data indicata, ma l’alimento può aver perso sapore e consistenza.

Fabbricante/Importatore:
Il nome e l’indirizzo del fabbricante, del confezionatore o dell’importatore devono essere chiaramente indicati sulla confezione in modo che il consumatore sappia chi contattare in caso di reclamo o per ottenere ulteriori informazioni sul prodotto.